Primo volo per il drone “testbed” FTD Spark NIR

12 novembre 2017
Posted in News
12 novembre 2017 greal

Sandro Russello di FlyToDiscover, nel quadro della collaborazione di sviluppo di applicazioni geografiche attualmente in corso con il GREAL, ha allestito e portato in volo per la prima serie di prove il drone “testbed” FTD Spark NIR nella sua  configurazione iniziale con una video/fotocamera aggiuntiva per il telerilevamento nell’infrarosso vicino (near-infrared).

Il piccolo aeromobile, attualmente della massa al decollo di 340 g, sarà impiegato per un programma di applicazioni sperimentali in vista della realizzazione di un mezzo, ulteriormente alleggerito, di caratteristiche analoghe. Il  sistema sviluppato sarà destinato alla produzione in serie per la commercializzazione nella categoria low-cost dei SAPR da 0,3 kg (art. 12 comma 5 del regolamento ENAC). L’FTD Spark NIR è frutto di una collaborazione specifica tra FlyToDiscover e il centro di ricerca dell’Università Europea di Roma, secondo uno schema che in passato ha portato allo sviluppo di un altro drone-prototipo per applicazioni scientifiche, l’FTD 160X4: ancora una partnership fra ente scientifico e attività d’impresa.

Dal punto di vista della ricerca geografica, l’implementazione dello Spark NIR segue la direzione, ormai consueta per il GREAL, di sviluppare tecniche e metodi ad alta accessibilità; nel caso specifico, la possibilità di dotare droni “trecentini” di sensori near-infrared e multispettrali, consentirà di beneficiare delle possibilità normative e pratiche riconosciute ai piccoli droni non solo nei campi già consolidati del videomaking, della fotoripresa e della fotogrammetria, ma anche degli studi sulla vegetazione in ambito urbano e insediativo.